Articoli

14
Set 2021

Sono tante le emozioni di questi primi giorni di scuola. Gli studenti e i genitori vivono con intensità l’inizio del nuovo anno. Difficile districarsi tra il desiderio di riprendere una normale routine, assaporare la gioia dei compagni, e la paura di restare a casa a seguire le lezioni online.

Comunque vada – convinti che, alla luce di tutte le precauzioni messe in atto per arginare la presenza del virus, la sicurezza sanitaria verrà garantita – gli studenti e i genitori dovranno sperimentare nuove forme di relazioni.

 

La pandemia si è insinuata nel tessuto dei legami più profondi e ne ha modificato spesso i significati.

 

Le parole: educazione, responsabilità, ascolto, dialogo, bisogni, aspettative, apprendimento, valutazione, ne potremmo aggiungere altre, oggi devono misurarsi e confrontarsi nella costruzione di relazioni di senso. Quanto era dato per scontato, per certo, va rivisto, soprattutto per i genitori.

Le traiettorie segnate per i figli devono aprire a uno spazio in cui le emozioni possano trovare un spazio di ascolto. La disattenzione, o peggio, la mancanza di tempo dedicato, non è più praticabile. Oggi le ragazze e i ragazzi chiedono a viva voce domande ineludibili.

Questo tempo sospeso, tra solitudini e cellulari e computer, sovente ha permesso profonde riflessioni esistenziali, già ben presenti per gli adolescenti. La pandemia ne ha fatto una cassa di risonanza, ha amplificato timori e paure di un futuro di incertezze.

 

In questo scenario la presenza di genitori disponibili ad accogliere nuove domande, attenti ai cambiamenti, che si lasciano provocare, aperti al dialogo come forma di rispetto e accettazione, sarà indispensabile per solcare la strada da percorrere.

 

Offrire ai propri figli uno sguardo sereno verso il mondo, pieno di meraviglia e curiosità, gentile nelle relazioni, rispettoso delle differenze, appare la vera sfida educativa.

Auguri mamme e papà… e anche i nonni!

 

Salvatore Palazzo, Psicologo e Psicoterapeuta

Allegati

I Commenti non sono disponibili