26
Giu 2014

La nostra società ha molti aspetti violenti. Vi è la violenza fisica, negli sport e negli stadi, quella della velocità, rappresentata dalle effrazioni stradali, quella contro le donne e i minori, contro le minoranze e i disabili.
L’aggressività e i comportamenti ostili e rabbiosi sono sia fisici, sia psicologici, sia di relazione. Anche i maschi, in questo mondo considerato “maschilista”, subiscono violenze variegate e diffuse.
Ai bambini viene inculcato l’obbligo di essere “uomini” e di non comportarsi come “femminucce”. Nello sport, a scuola, in famiglia gli atti di violenza fisica e psicologica sugli adolescenti e i giovani sono innumerevoli e spesso inflitti all’interno di una presunta “sana educazione”.
Anche le coetanee e le donne, con cui i giovani avviano vari tipi di relazioni amicali e affettive, possono etichettare il giovane amico o partner, giudicandolo e schernendolo per eventuali difetti o defaillance prestazionali. Per non parlare di atti di stalking e di mobbing di donne verso uomini.
Per ultimo, nelle situazioni di separazioni e divorzi conflittuali, a molti padri è tolto il ruolo paterno. Ciò provoca particolari sofferenze all’uomo, e al proprio figlio che è impedito di confrontarsi con il modello psichico del padre: spesso, infatti, sia la madre, sia la sentenza del tribunale, sanzionando il marito, possono svalutare la figura paterna presso il figlio.

E’ riconosciuto, negli studi sulla violenza, che i soggetti violenti e aggressivi, con alta percentuale hanno subito, a loro volta, nell’infanzia e nell’adolescenza, atti di violenza e di sopraffazione, se non abusi fisici o manipolazioni psichiche.

Per questo l’Associazione Psicologia Psicoterapia Il Conventino offre i seguenti servizi per gli uomini che si trovano in difficoltà o che, in presenza di un reato, hanno accettato un invio coatto da parte dell’autorità giudiziaria.

  1. Percorsi psicoterapeutici individuali per mariti e per mogli alle prese con un divorzio conflittuale
  1. Psicoterapia, con test di personalità e con tecnica emdr, per soggetti violenti, aggressivi e rabbiosi che intendono (anche coattivamente) comprendere ed elaborare il loro stato emotivo dominante.
  1. Psicoterapia per elaborare traumi e conseguenti disturbi post traumatici: ansie, insonnia e altri sintomi psicosomatici, irascibilità e avversione verso l’altro sesso o verso i parenti
  2.  Gruppi di sostegno e accompagnamento (minimo 8 persone) per uomini colmi di rabbia e di frustrazione che intendono liberarsi e riscattarsi, condividendo con altri un percorso di mutuo aiuto e di speranza.

 

I terapeuti  di riferimento in questo progetto sono:

Dr. Camozzi David

Dr. Rovetta Angelo

 

I Commenti non sono disponibili